Mito Musica e Letteratura

€60.00

A cura di Angela D’Agostini

Sempre il mare, uomo libero, amerai!
Perché il mare è il tuo specchio… (Ch. Baudelaire)

LUOGHI DELL’ANIMA

Seguire i percorsi che figure e temi della mitologia classica, e non solo, hanno tracciato nell’immaginario collettivo e nella storia musicale e letteraria dell’Occidente, sarà il punto di partenza per entrare in contatto con la nostra psiche e con alcuni degli interrogativi più profondi sull’esistenza. Le lezioni saranno accompagnate dal confronto e dalla condivisione sui temi di volta in volta affrontati. Indicazioni bibliografiche verranno fornite durante gli incontri. Il corso è strutturato in più moduli che suggeriscono un cammino formativo, ma che possono essere combinati liberamente per personalizzare il proprio percorso. Un colloquio con l’insegnante potrà aiutarti a scegliere il percorso più adatto alle tue esigenze. Rivolgiti in segreteria per un appuntamento oppure scrivile una mail (angela.dagostini@alice.it).

MODULO INTRODUTTIVO

MITI E MITOLOGIE

Dedicato a chi intende avvicinarsi allo studio della mitologia. Mythos e Logos: che cos’è il mito. Dalla tradizione orale alla scrittura. Il mito e il pensiero junghiano: simboli, archetipi e conoscenza di sé. Qual è il tuo mito? Analisi delle principali figure della mitologia greca: gli amori di Gea e Urano e le origini dell’universo. I Titani e la lotta di Zeus per la conquista del potere. Le divinità olimpiche. Fanciulle e fanciulli divini: Afrodite, Artemide, Pallade Atena; Apollo e Dioniso. Il mito della Grande Madre: Ecate, Demetra e Persefone. Le astuzie di Prometeo, la nascita del genere umano, il vaso di Pandora. Storie di eroi: Perseo e la testa di Medusa. Storie d’amore: Orfeo ed Euridice, Eco e Narciso, la favola di Amore e Psiche.

 

MODULO AVANZATO

L’ANIMA E L’IMMAGINARIO

Dedicato a chi intende approfondire lo studio della mitologia attraverso la letteratura e la musica. Per ogni mito trattato, inizieremo con la ricostruzione della storia attraverso le fonti più antiche e ne approfondiremo i significati simbolici alla luce della psicologia archetipica. Passeremo poi alle reinterpretazioni poetico-letterarie del mito, con particolare riferimento alla letteratura del Novecento ed infine, attraverso l’ascolto musicale, potremo riviverne i contenuti a livello emozionale. La scelta cadrà su alcuni dei miti riportati nell’elenco seguente:

MITI CLASSICI Il filo di Arianna, il Labirinto e la ricerca del centro; Cassandra e la forza della verità; Ecuba: la rabbia ed il dolore della Grande Madre; Orfeo, il potere della musica ed il mito del poeta; Eracle, il materialismo e la coscienza eroica dell’Io; Ifigenia ovvero il mito e il rito del sacrificio; Aiace: integrità dell’io e sentimento della vergogna; Narciso: la coscienza del corpo e la dualità della natura umana; Anfitrione ed il tema del Doppio; teatro ed ebbrezza tra oriente e occidente: Dioniso e Śiva. Fedra e Didone: passioni negate e follia d’amore; Atlantide, l’altrove e la ricerca del paradiso perduto (NEW); le anfore senza fondo delle Danaidi e il paradosso del desiderio; Dedalo e Icaro: l’archetipo della caduta e l’illusione della libertà (NEW); la fatica di Sisifo e l’assurdo del vivere; Persefone, Demetra e l’Eterno ritorno; Afrodite: la dea alchemica; Filottete e la forza della vulnerabilità; il daimon e il richiamo dell’anima tra cielo e terra; il tema del viaggio e l’esperienza del limite in Odisseo; Fedra, Medea e il trionfo della passione nella tragedia classica e nella moderna; Hermes: il riso divino e la coesistenza degli opposti. MITI MODERNIFaust e il fascino del male; l’Orlando furioso, poema della dissonanza e della follia; Salomè: Eros, Thanatos e l’archetipo della femme fatale; Amleto: l’eroe del dubbio e dell’angoscia metafisica. MITI A CONFRONTOCleopatra: proiettare la vita nel mito, dai sacri misteri di Iside e Osiride ad Antonio e Cleopatra di Shakespeare (NEW); gli Uccelli di Aristofane e il Sogno di una notte di mezz’estate di Shakespeare: fascino dell’immaginazione e potere trasformativo della visione; l’identità perduta e il lato oscuro della sovranità dai Persiani di Eschilo a Riccardo II ed Enrico IV di Shakespeare; estetica del desiderio e metafisica della seduzione dal mito di Adone a Don Giovanni; Elettra e la Tempesta di Shakespeare: la logica della vendetta e del perdono. ALTRE TRADIZIONIGilgamesh, l’eroe alla ricerca della vita eterna; Shahrazād e i racconti delle Mille e una notte: il potere iniziatico e terapeutico della narrazione.

 

SEMINARI DI APPROFONDIMENTO

Incontri tematici e seminari brevi per chi ha un minimo di familiarità con la materia e per chi desidera dare al proprio percorso una dimensione che sia anche esperienziale. Si richiede infatti una minima disponibilità alla condivisione e al lavoro di gruppo.

 

INVITO ALLA LETTURA DELLE CITTÀ INVISIBILI DI ITALO CALVINO, TRA UTOPIA E REALTÀ

“Ultimo poema d’amore alle città”, come rivela l’autore, le Città invisibili ci offrono cinquantacinque immagini di città fantastiche, surreali, che divengono poesia della memoria, qualità dell’anima con cui comprendere e riprogettare, in maniera significativa, il rapporto tra il nostro io e il mondo in cui viviamo.

 

L’OCCHIO NELLA NATURA: IL DE RERUM NATURA DI LUCREZIO.

Scienza, filosofia, lucido pessimismo, luminosa contemplazione della natura e del cosmo. Un percorso di lettura attraverso il De Rerum Natura di Lucrezio, “la prima grande opera di poesia in cui la conoscenza del mondo diventa dissoluzione della compattezza del mondo, percezione di ciò che è infinitamente minuto e mobile e leggero” (I. Calvino, La leggerezza).

 

LA BELLEZZA SALVERÀIL MONDO: lettura dell’Idiota di F. Dostoevskij.

Con la toccante storia del principe Mýškin, un uomo “positivamente buono”, portatore di amore e autenticità, creatura pura e innocente di fronte al brutale cinismo della società, il grande scrittore russo ci invita ancora una volta a rivolgere lo sguardo a noi stessi, a riflettere sull’imprevedibilità e sulla misteriosa doppiezza che caratterizza la natura umana, sul problema del male e sulla ricerca di una possibile via di salvezza.

 

INCONTRARE IL DAIMON: lettura del Wilhelm Meister di J.W. Goethe

GLI ANNI DI APPRENDISTATO

“Non a tutti gli uomini, a dire il vero, importa la propria formazione; molti desiderano solo un rimedio per stare bene, una ricetta per raggiungere la ricchezza ed ogni sorta di felicità […]. Noi davamo la nostra approvazione solo a coloro che sentivano intensamente e riconoscevano apertamente lo scopo per cui erano nati, e si erano esercitati a percorrere il proprio cammino con una certa facilità e letizia”. Dietro le vicende del giovane Wilhelm Meister, che rifiuta i valori borghesi e la logica del profitto per seguire la propria vocazione teatrale, Goethe rappresenta il nostro desiderio di essere e di sperimentare noi stessi, la ricerca della nostra unicità, talvolta dimenticata, in continuo divenire, ma bisognosa di essere consapevolmente vissuta.

 

Viale Giulio Cesare 78

Mito Musica e Letteratura

Quando

Ora

Incontri

Euro

Inizio

Modulo introduttivo - Miti e Mitologie

Mercoledì

17-18.30

6

60

23/09/20

Modulo avanzato - L’anima e l’immaginario

Mercoledì

13-14.30

25

260

04/11/20

Modulo avanzato - L’anima e l’immaginario

Mercoledì

15-16.30

25

260

04/11/20

Modulo avanzato - L’anima e l’immaginario

Mercoledì

17-18.30

25

260

04/11/20

Seminario Le città invisibili (Calvino)

Sabato

10-12

1

20

28/11/20

Seminario L’occhio della Natura (Lucrezio)

Sabato

10-12

1

20

16/01/21

Seminario la Bellezza salverà il mondo (Dostoevskij)

Sabato

10-13

2

40

13/02 e 20/03/21

Seminario Incontrare il Daimon (Goethe)

Sabato

10-13

2

40

17/04 e 15/05/21




Opzioni Prodotto