Mito Musica e Letteratura

€50.00

Selezionare il corso prescelto dall’apposito menù a tendina in fondo alla pagina per effettuare l’iscrizione e il pagamento online.

A cura di Angela D’Agostini
Laureata in lettere con indirizzo storico-musicale alla Sapienza e diplomata in pianoforte presso il Conservatorio S.Cecilia di Roma, unisce l’attività pianistica alla passione per l’insegnamento e per la cultura classica, orientando la sua ricerca alla dimensione simbolica ed archetipica dei miti. Da diversi anni, inoltre, si dedica allo studio e alla pratica della meditazione vipassana e dello yoga.

RIFLESSI DELL’ANIMA
Seguire i percorsi che figure e temi della mitologia classica, e non solo, hanno tracciato nell’immaginario collettivo e nella storia musicale e letteraria dell’Occidente, sarà il punto di partenza per entrare in contatto con la nostra psiche e con alcuni degli interrogativi più profondi sull’esistenza. Le lezioni saranno accompagnate dal confronto e dalla condivisione sui temi di volta in volta affrontati. Indicazioni bibliografiche verranno fornite durante gli incontri. Il corso è strutturato in più moduli che suggeriscono un cammino formativo, ma che possono essere combinati liberamente per personalizzare il proprio percorso.
Un colloquio con l’insegnante potrà aiutarti a scegliere il percorso più adatto alle tue esigenze. Rivolgiti in segreteria per un appuntamento oppure scrivile una mail (angela.dagostini@alice.it).

MITI E MITOLOGIE 
MODULO INTRODUTTIVO
Dedicato a chi intende avvicinarsi allo studio della mitologia. Mythos e Logos: che cos’è il mito. Dalla tradizione orale alla scrittura. Il mito e il pensiero junghiano: simboli, archetipi e conoscenza di sé. Qual è il tuo mito? Analisi delle principali figure della mitologia greca: gli amori di Gea e Urano e le origini dell’universo. I Titani e la lotta di Zeus per la conquista del potere. Le divinità olimpiche. Fanciulle e fanciulli divini: Afrodite, Artemide, Pallade Atena; Apollo e Dioniso. Il mito della
Grande Madre: Ecate, Demetra e Persefone. Le astuzie di Prometeo, la nascita del genere umano, il vaso di Pandora. Storie di eroi: Perseo e la testa di Medusa. Storie d’amore: Orfeo ed Euridice, Eco e Narciso, la favola di Amore e Psiche.

L’ANIMA E L’IMMAGINARIO
MODULO AVANZATO
Dedicato a chi intende approfondire lo studio della mitologia attraverso la letteratura e la musica. Per ogni mito trattato, inizieremo con la ricostruzione della storia attraverso le fonti più antiche e ne approfondiremo i significati simbolici alla luce della psicologia archetipica. Passeremo poi alle reinterpretazioni poetico-letterarie del mito, con particolare riferimento alla letteratura del Novecento e infine, attraverso l’ascolto musicale, potremo riviverne i contenuti a livello emozionale. La scelta cadrà su alcuni dei miti riportati nell’elenco seguente.
Miti Classici: il filo di Arianna, il Labirinto e la ricerca del centro; Cassandra e la forza della verità; Ecuba: la rabbia e il dolore della Grande Madre; Orfeo, il potere della musica e il mito del poeta; in principio era il Chaos: il mito delle origini e l’esperienza del vuoto tra horror vacui e potenzialità infinita (new); Eracle, il materialismo e la coscienza eroica dell’Io; Ifigenia ovvero il mito e il rito del sacrificio; Aiace: integrità dell’io e sentimento della vergogna; Narciso: la coscienza del corpo e la dualità della natura umana; Anfitrione e il tema del Doppio; teatro ed ebbrezza tra oriente e occidente: Dioniso e Śiva.
Fedra e Didone: passioni negate e follia d’amore; Atlantide, l’altrove e la ricerca del paradiso perduto; le anfore senza fondo delle Danaidi e il paradosso del desiderio; il mistero del Graal, il puro folle e il segreto dell’immortalità (new); l’archetipo della caduta e l’illusione della libertà; la fatica di Sisifo e l’assurdo del vivere; Persefone, Demetra e l’Eterno ritorno; Afroindite: la dea alchemica; Filottete e la forza della vulnerabilità; il daimon e il richiamo dell’anima tra cielo e terra; il tema del viaggio e l’esperienza del limite in Odisseo; Fedra, Medea e il trionfo della passione nella tragedia classica e nella moderna; Hermes: il riso divino e la coesistenza degli opposti.
Miti moderni: Faust e il fascino del male; l’Orlando furioso, poema della dissonanza e della follia; Salomè: Eros, Thanatos e l’archetipo della femme fatale; Amleto: l’eroe del dubbio e dell’angoscia metafisica.
Miti a confronto: Cleopatra: proiettare la vita nel mito, dai sacri misteri di Iside e Osiride a Antonio e Cleopatra di Shakespeare; i Cavalieri di Aristofane e il Giulio Cesare di Shakespeare: machiavellismo, archetipi del potere e violenza della lotta politica (new); estetica del desiderio e metafisica della seduzione dal mito di Adone a Don Giovanni; Macbeth e Medusa: l’orrore, la bellezza e la rappresentazione dell’Altro; l’ambiguo fascino del denaro dall’Aulularia di Plauto al Mercante di
Venezia di Shakespeare; Elettra e la Tempesta di Shakespeare: la logica della vendetta e del perdono.
Altre tradizioni: Gilgamesh, l’eroe alla ricerca della vita eterna; Shahrazād e i racconti delle Mille e una notte: il potere iniziatico e terapeutico della narrazione.

APPROFONDIMENTI
Incontri tematici e seminari brevi per chi ha un minimo di familiarità con la materia e per chi desidera dare al proprio percorso una dimensione che sia anche esperienziale. Si richiede infatti una minima disponibilità alla condivisione e al lavoro di gruppo.

INCONTRARE IL DAIMON
LETTURA DEL WILHELM MEISTER DI J.W. GOETHE - GLI ANNI DI APPRENDISTATO.
“Non a tutti gli uomini, a dire il vero, importa la propria formazione; molti desiderano solo un rimedio per stare bene, una ricetta per raggiungere la ricchezza ed ogni sorta di felicità […]. Noi davamo la nostra approvazione solo a coloro che sentivano intensamente e riconoscevano apertamente lo scopo per cui erano nati, e si erano esercitati a percorrere il proprio cammino con una certa facilità e letizia”.
Dietro le vicende del giovane Wilhelm Meister, che rifiuta i valori borghesi e la logica del profitto per seguire la propria vocazione
teatrale, Goethe rappresenta il nostro desiderio di essere e di sperimentare noi stessi, la ricerca della nostra unicità, talvolta dimenticata, in continuo divenire, ma bisognosa di essere consapevolmente vissuta.

LA POETICA DEI SENSI
PALOMAR & SOTTO IL SOLE GIAGUARO DI ITALO CALVINO
Nel momento in cui stiamo vivendo, lo sviluppo di comunità sostenibili in armonia con la natura e con l’ambiente, sembra imporsi sempre con maggiore urgenza, e altrettanto urgente, a questo scopo, sembra essere una crescita della qualità del nostro rapporto con la realtà che ci circonda, oltre i limiti della logica utilitaristica e della separazione io-mondo. La lettura dell’ultima produzione di Italo Calvino, alla quale sono dedicati i nostri due brevi seminari, potrebbe indicarci una direzione a riguardo. Lo scrittore ci parla infatti di un approccio sensoriale alle cose, di silenzio dell’io e di una sostanziale identità tra
noi e il cosmo: “l’universo è lo specchio in cui possiamo contemplare solo ciò che abbiamo imparato a conoscere in noi”.
I seminari affiancheranno alla lettura dei testi una parte riservata a semplici pratiche meditative e/o a escursioni informali, che offriranno occasione di esercitare e sperimentare l’ascolto dei sensi.

Palomar: il mondo guarda il mondo
Palomar, il protagonista dell’ultimo romanzo di Calvino, dedica le sue giornate a osservare le cose nei minimi dettagli, le descrive, riflette, medita, nel tentativo di cogliere la singolarità dei fenomeni, le loro differenze, le relazioni. La realtà più ovvia e scontata s’illumina di poesia. È possibile stabilire un dialogo con il mondo che vada oltre la parola, mettendo da parte il nostro io e lasciando che siano le cose a rivelarsi? A questa e ad altre domande Calvino non dà una risposta, ma così riassume l’esperienza di Palomar: “un uomo si mette in marcia per raggiungere, passo a passo, la saggezza. Non è ancora arrivato”.

Sapore sapere: i racconti di Sotto il sole giaguaro
“Un libro che sto scrivendo parla dei cinque sensi, per dimostrare che l’uomo contemporaneo ne ha perso l’uso. Il mio problema scrivendo questo libro è che il mio olfatto non è molto sviluppato, manco d’attenzione auditiva, non sono un buongustaio, la mia sensibilità tattile è approssimativa, e sono miope. Per ognuno dei cinque sensi devo fare uno sforzo che mi permetta di padroneggiare una gamma di sensazioni e sfumature. Non so se ci riuscirò, ma in questo caso come negli altri il mio scopo non è tanto quello di fare un libro quanto quello di cambiare me stesso, scopo che penso dovrebbe essere quello d’ogni impresa umana”. Lo scrittore non fece in tempo a completare la sua ultima raccolta di racconti, ma i tre che ha realizzato, relativi all’olfatto, al gusto e all’udito, ci trasportano in un vero e proprio viaggio sensoriale.

Sede viale Giulio Cesare 78, Rm

  • Miti e mitologie: modulo introduttivo. Mercoledì, h.17.30-19, 5 incontri, €50, dal 29/10/2021
  • L’anima e l’immaginario: modulo avanzato. Mercoledì, h.13-15, 25 incontri, €260, dal 03/11/2021
  • L’anima e l’immaginario: modulo avanzato. Mercoledì, h.15-17, 25 incontri, €260, dal 03/11/2021
  • L’anima e l’immaginario: modulo avanzato. Mercoledì, h.17-19, 25 incontri, €260,dal 03/11/2021
  • Incontrare il Daimon. Sabato, h.10-13, 2 incontri, €40, il 12/02 e 26/03 2022
  • La poetica dei sensi: Palomar. Sabato, h.10-13, 2 incontri, €40, il 09/04 e 30/04 2022
  • La poetica dei sensi: Sotto il sole giaguaro. Sabato, h.10-13, 2 incontri, €40, il 14/05 e 29/05 2022

Opzioni Prodotto

Categoria Letteratura