Storia

€240.00

Selezionare il corso prescelto dall’apposito menù a tendina in fondo alla pagina per effettuare l’iscrizione e il pagamento online

Con Primavera Moretti
RINASCIMENTO FANTASTICO: STORIA, LETTERATURA, POLITICA E RELIGIONE
Viaggio nei secoli più sorprendenti della nostra storia. Analisi approfondita e correlata con l’apporto di documenti dell’epoca per ricostruire il periodo che vede l’Italia come protagonista assoluta del mondo conosciuto. La politica come nuova forma di sistema istituzionale: Machiavelli, Guicciardini e Hobbes. L’Impero Turco Ottomano e l’Islam. Gli scritti dei riformatori, Lutero e Calvino, e le opere della letteratura del rinascimento come Lorenzo Valla. Le disposizioni pontificie del Concilio di Trento e le innovazioni della Chiesa cattolica. Gli scritti scientifici, Galileo e Cartesio con le risposte della religione alle nuove visioni dell’uomo e dell’universo. Il 1700 con l’Illuminismo e le sue conseguenze.

Sede viale Giulio Cesare 78, rm

  • Rinascimento fantastico. Giovedì, h.15-17, 25 incontri, €240, dal 07/10/2021


Con Barbara Piraccini
Laureata in lettere e specializzata in discipline storiche, da tempo coniuga la passione per la ricerca con l’impegno nel mondo della formazione in ambito storico-umanistico.

STORIA MEDIEVALE
L’AFFERMAZIONE CULTURALE DELLE DONNE NEL MEDIOEVO
Nel medioevo, in una società fortemente connotata in senso maschile, le donne hanno costruito un difficile rapporto con la cultura scritta. Nel raccontare l’evoluzione di questo rapporto ci muoveremo su terreni diversi, analizzando vari generi di scritture. All’ombra del chiostro, luogo che consentiva possibilità di apprendimento e crescita culturale, o nella solitudine di ambienti signorili, ebbero origine testi di indubbio valore scientifico e letterario. (Dhuoda, Rosvita di Gandersheim e Ildegarda di Bingen; Maria di Francia, Margherita Porete e Christine de Pizan saranno alcune delle protagoniste dei nostri incontri).

Sede viale Giulio Cesare 78, Rm

  • Storia medievale. Giovedì, h.11-12.30, 8 incontri, €100, dal 07/10/2021

FARE RICERCA SULL’ARTE E GLI ARCHIVI, TRA TRADIZIONE E FUTURO
A cura di Pierluigi Feliciati
Ciclo di incontri gratuiti in collaborazione con l’Università degli Studi di Macerata, Dipartimento di Scienze della Formazione, Beni Culturali e Turismo.

Cosa sarebbe il lavoro dello storico senza il supporto degli archivi? È qui che il ricercatore trova le fonti per svolgere le sue indagini. Gli archivi sono l’indispensabile “cassetta degli attrezzi” del cittadino, oltre che dello storico, strumento prezioso contro il rischio, sempre in agguato, dell’informazione scorretta, delle “fake news”, così tristemente diffuse in questo nostro tempo. (Barbara Piraccini, storica e docente, membro Consiglio Direttivo della Libera Accademia di Roma).
Da ottobre, per quattro appuntamenti speciali dedicati al nostro sistema associativo, iniziamo un percorso “guidato” da un gruppo di docenti-ricercatori del Dipartimento di Scienze della Formazione, Beni Culturali e Turismo dell’Università di Macerata che ci porterà a scoprire cosa accade oggi nel campo della ricerca storica e artistica e del valore che, come patrimonio culturale e umano, rivestono gli archivi. Pochi conoscono cosa sia la terza missione delle Università, che oltre alla didattica e alla ricerca devono produrre e condividere conoscenza pubblica che aumenti il livello di benessere della società, con funzioni culturali, sociali, educative e di sviluppo di consapevolezza civile. Università aperte dunque al territorio e alle comunità: è proprio questa, con un’attenzione all’Obiettivo 11 dell’Agenda 2030, la direzione che desideriamo dare
a questo ciclo incontri: raccontare, in modo semplice ed efficace, il nuovo che c’è oggi nella storia e nell’arte attraverso un percorso tra le particolari ricerche di questo gruppo.
Gli incontri saranno online a partecipazione libera e gratuita sulla piattaforma larups.net, previa iscrizione e tessera associativa larups, per prenotazione info@accademialar.it
NB: Le date verranno definite non appena i docenti disporranno del calendario delle loro lezioni universitarie.

Ottobre 2021
La ricerca universitaria in campo umanistico: tradizione, metodi, canali di comunicazione, tendenze innovative. 
Pierluigi Feliciati, docente di scienze dell’informazione applicate ad archivi, biblioteche e beni culturali
Cosa fanno i professori universitari, oltre a tenere lezioni? In questo incontro saranno presentate le caratteristiche delle altre due missioni delle università, la ricerca e il rapporto con la società, specie in campo umanistico.

Novembre 2021
Il tempo a sostegno del tempo: gli archivi risorse di tutti.
Federico Valacchi, docente di archivistica
Risulta sempre più evidente che la percezione degli archivi in una prevalente dimensione culturale non aiuta la conoscenza del fenomeno archivistico nel suo complesso. Si rifletterà quindi sul ruolo pubblico degli archivi in quanto strumenti di identità attiva e di cittadinanza inclusiva e collaborativa.

Dicembre 2021
A casa di Giulia Farnese tra fenici e unicorni: la decorazione del castello di Carbognano
Giuseppe Capriotti, docente di storia delle immagini.
La decorazione del castello di Carbognano, residenza di Giulia Farnese, è tempestata di fenici ed unicorni, che, insieme ad altri animali di un ricchissimo bestiario simbolico, mostrano il nuovo percorso di vita intrapreso da una donna che in gioventù è stata la concubina di papa Borgia.

Gennaio 2021
Gli archivi della dinastia dei Farnese tra concentrazione, dispersione e perdite (Roma, Parma, Napoli, XVI-XX secolo).
Pierluigi Feliciati, docente di scienze dell’informazione applicate ad archivi, biblioteche e beni culturali
I Farnese sono una delle dinastie italiane più importanti, specie nel ‘500: papi, intellettuali, cardinali, generali, duchi, committenti di palazzi, affreschi, dipinti e giardini monumentali. Gli archivi della dinastia, concentrati a Parma, dopo la morte dell’ultimo Farnese nel 1731 hanno vissuto vicende travagliate: trasferiti in tutta fretta a Napoli e tornati solo in parte, nel XX secolo saranno distrutti e disordinati in seguito ad eventi bellici, sia a Parma che a Napoli. Oltre a raccontare queste vicende, nell’incontro si presenterà dove si trovano attualmente e come poterli consultare.

Pierluigi Feliciati, dopo 21 anni nell’amministrazione archivistica statale è diventato di ricercatore e docente presso l’Università di Macerata, dove insegna Scienze dell’informazione applicate ad archivi, biblioteche e beni culturali. È vicedirettore di un’importante rivista del settore e membro dell’Osservatorio sulla Scienza Aperta della Conferenza dei Rettori. Partecipaa diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali sulle tecnologie e gli archivi.

Federico Valacchi, è professore ordinario di archivistica e archivistica informatica, cercando di coniugare i concetti classici con l’innovazione sociale e tecnologica e orientando la sua ricerca al rapporto tra tecnologie dell’informazione e archivi, soprattutto alle problematiche di conservazione di lungo periodo. Più recentemente si è interessato al ruolo politico e sociale della disciplina archivistica riflettendo sui concetti di archivistica attiva e public archivial science.

Giuseppe Capriotti è professore associato di Storia dell’arte moderna all’Università di Macerata, dove insegna Storia delle immagini, Educazione all’immagine e European Art History. È stato visiting professor all’Università di Spalato, all’Uned di Madrid e alla Kenyatta di Nairobi. Si occupa di iconografia ed ha pubblicato libri e saggi sulla fortuna delle Metamorfosi di Ovidio, sulla pittura antiturca e antiebraica, sul rapporto tra arte e visioni mistiche.

Opzioni Prodotto

Categoria Storia

Tag